Close

Sono 1.600 i beni culturali danneggiati

Bologna – Sono ”circa 1.600 i beni culturali danneggiati” dal sisma che lo scorso maggio ha colpito l’Emilia e i beni ”ecclesiastici sono una fascia rilevante sul totale”. E’ quanto sostiene Carla Di Francesco, direttore regionale per i Beni culturali e paesaggistici dell’Emilia-Romagna.

”Nell’area del cratere” del terremoto e nelle zone limitrofe ”sono 532 le chiese danneggiate”, ha aggiunto Di Francesco in occasione della firma con la Conferenza episcopale dell’Emilia-Romagna di un protocollo per le procedure di verifica di interesse e alienazione di beni immobili degli enti ecclesiastici. ”In questo anno sono partiti diversi lavori e nessuno e’ stato con le mani in mano. Il lavoro – ha proseguito Di Francesco – e’ lungo ma molto ben organizzato. E’ intenso e via via che arrivano i finanziamenti si approntano i cantieri. Si lavora al programma, che e’ l’anagrafe del danno – ha puntualizzato ancora – e per il quale non e’ stata fissata una scadenza”. Quanto ai costi del danno, ”avevamo stimato il danno sui due miliardi di euro. Le somme, una per una, ci danno un risultato inferiore: meno di due miliardi di euro, piu’ di un miliardo di euro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *