Close

Approvato il piano interregionale di emergenza per il rischio idraulico del territorio interessato dagli eventi sismici

Bologna – Con decreto del presidente Vasco Errani, in qualità di commissario delegato (n. 151 del 16 novembre 2012) è stato approvato il Piano interregionale di emergenza per il rischio idraulico del territorio interessato dagli eventi sismici del 20 e del 29 maggio 2012, che provocarono ingenti danni ad opere di bonifica e difesa idraulica di rilevanza strategica per la sicurezza di vaste aree della pianura emiliana. Il Piano è stato redatto dall’Agenzia regionale di Protezione civile, d’intesa con la Regione Lombardia, il parere positivo del Dipartimento nazionale della Protezione Civile; in collaborazione con le Autorità di Bacino del Fiume Po e del Fiume Reno, i Consorzi di Bonifica, i Servizi tecnici di Bacino, l’Aipo, il Centro funzionale Arpa Simc, le Prefetture, i Vigili del Fuoco, il Corpo Forestale dello stato e le Province. 

“L’obiettivo del piano interregionale, che si concentra sulle aree colpite dal sisma – spiega l’assessore regionale alla Difesa del suolo e Protezione civile Paola Gazzolo – è prevedere azioni per la salvaguardia dell’incolumità dei cittadini attraverso una pianificazione di emergenza chiara ed efficace”.
Nel Piano vengono ipotizzati alcuni scenari di rischio idraulico, quali allagamenti “controllati” in aree individuate; vengono stabilite altresì le modalità di interconnessione tra i canali del reticolo idrografico gestito dai Consorzi di Bonifica del territorio interessato e viene definito il modello di intervento – in pratica il chi fa che cosa – in capo alle istituzioni ed enti coinvolti.
Il Piano di emergenza, considerato che lo scenario coinvolge territori dell’Emilia-Romagna e della Lombardia, assume valenza interregionale e costituisce indirizzi per il necessario adeguamento della pianificazione di emergenza provinciale e locale.
Le infrastrutture idrauliche danneggiate, indicate nel Piano, sono per la gran parte oggetto di interventi urgenti per il ripristino della loro funzionalità, finanziati con le Ordinanze n. 20/2012 n. 47/2012 e n. 71/2012 del Presidente della Regione Vasco Errani, Commissario delegato. Molti di questi interventi saranno completati entro dicembre 2012.
Il decreto è consultabile sul sito Dopo il terremoto
http://www.regione.emilia-romagna.it/terremoto/gli-atti-per-la-ricostruzione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *