Close

Gazzolo a confronto con medici e operatori. “Più autonomia alla Regione per un sistema efficace, innovativo e con più posti per i giovani specializzandi”

26.02.2017 – Approvare subito la legge per la maggiore autonomia richiesta dall’Emilia-Romagna per avere un sistema sanitario più efficiente: investimenti certi nel potenziamento delle strutture, degli ospedali e delle tecnologie mediche; più posti per l’accesso dei laureati ai corsi di specializzazione universitaria; riduzione della spesa a carico dei cittadini legando i ticket non solo al reddito, ma anche alle fasce di età, alla composizione del nucleo familiare e a particolari necessità di tutela e allargando l’accessibilità alle prestazioni con importi e regole diverse da quelli nazionali.
È l’impegno assunto da Paola Gazzolo, candidata del Pd nei collegi uninominali del Senato, con gli operatori della sanità incontrati nel pomeriggio di ieri.
“Nel limite delle sue competenze, l’Emilia-Romagna ha già compiuto passi importanti. Con 1 milione e 300 mila euro ha aggiunto 52 posti ai 619 già disponibili per gli specializzandi: un impegno da continuare e incrementare proprio grazie alle maggiore autonomia chiesta al Governo. È fondamentale che ogni Regione contribuisca alla formazione del personale medico per assicurare la piena sostituzione di chi andrà in pensione nei prossimi anni, oggi a rischio”, ha sostenuto Gazzolo.
Per riuscirci, i circa 6.100 contratti di formazione specialistica attuali devono essere incrementati nel prossimo quinquennio di 3.228 medici all’anno, portandoli a circa 9.500 (stima Anaao).
Altro tema fondamentale: le assunzioni. Sono 5mila quelle a tempo indeterminato fatte negli ultimi 2 anni nella sanità dell’Emilia-Romagna. Per il 2018 se ne aggiungeranno 851 tra medici e infermieri, per un impegno di circa 4 milioni di euro.
“E’ un passo avanti determiante per ridurre le liste d’attesa e i tempi degli interventi programmati: per riuscirci serve un taglio netto, con un Piano nazionale che prenda spunto dalle migliori esperienze messe in campo, tra cui quella dell’Emilia-Romagna”, continua Paola Gazzolo. “In Parlamento vigileremo perché le risorse per la sanità vengano mantenute al riparo da tagli. Puntando su nuove tecnologie e informatica si può accrescere l’efficienza del sistema, evitando sprechi e garantendo i risultati più elevati. E’ questo il nostro impegno, frutto dell’opera condotta in questi anni in Regione e in Conferenza territoriale sociale e sanitaria”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *