Close

La comunità di Cavezzo si incontra per “Fare memoria”

Bologna – Sabato 18 maggio, alle ore 20.45, l’appuntamento è in piazza Matteotti nel cuore di Cavezzo (Mo). Il Comune, tra i maggiormente colpiti un anno fa dal terremoto, invita tutti a ritrovarsi insieme, a fare memoria e a riflettere.

Aprirà la serata la chitarra del carpigiano Massimo Varini, uno dei più importanti musicisti italiani e poi si continuerà con suggestioni e parole regalate da alcuni cavezzesi. Il libro Magnitudo Emilia sarà un pretesto, intorno a cui verteranno altri interventi artistici, tutti agiti sulle fondamenta di un condominio caduto. Qui è allestita la mostra fotografica di Luigi Ottani, che rimarrà visitabile fino al 30 giugno, e qui le parole di Annalisa Vandelli troveranno la voce di Lucia Pantano e le musiche di Anna Palumbo per uscire dal libro ed essere condivise in carne ed ossa. Proprio qui, sulle ultime macerie del condominio a cui è dedicato un pezzo del libro dal titolo “l’estrazione”.

La serata sarà trasmessa in diretta web a cura di Radio Emilia 5.9. per condividere anche con chi non potrà essere fisicamente presente parole ed emozioni. L’iniziativa è stata realizzata a costo zero per il Comune grazie all’impegno gratuito di tecnici, artisti e all’aiuto degli sponsor.

“Molte parti di Magnitudo Emilia sono ambientate a Cavezzo – sottolinea il Sindaco Stefano Draghetti -, in più il libro ha preso corpo in pagine e inchiostri proprio qui per opera della tipolitografia Salvioli: ci è sembrato il timone giusto per ritrovarci insieme, per stare insieme in una serata di condivisione per la Comunità”.

In caso di maltempo: Centro Culturale Multimediale “La Biblio”- Via Rosati 46 – Cavezzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *