Close

Ospedale di Fiorenzuola, sopralluogo di Paola Gazzolo e Alessandro Ghisoni: “Lavori in tempi certi per restituire alla Val d’Arda una struttura migliore di prima”

La certezza che i lavori proseguano celermente, secondo il calendario fissato, ed una garanzia precisa: il nuovo ospedale di Fiorenzuola sarà migliore e più sicuro rispetto a quello di prima.

Questi gli impegni assunti oggi da Paola Gazzolo e Alessandro Ghisoni, candidati del Partito democratico alle elezioni regionali del 23 novembre. In mattinata, nel corso di un sopralluogo con il sindaco Giovanni Compiani, hanno fatto il punto della situazione sugli interventi in corso.

“Nel mandato che sta volgendo al termine la Regione Emilia-Romagna ha investito 12 milioni di euro sull’ospedale di Fiorenzuola: 2 milioni per il rinnovo del pronto soccorso e la realizzazione della nuova radiologia, che sarà completata nei primi mesi del prossimo anno, e 10 milioni per la costruzione dell’ospedale destinato a sostituire quello esistente, non risultato a norma con le verifiche statiche e antisismiche. Di fronte ad un problema così grave, reso ancor più evidente dalle scosse di terremoto che hanno colpito l’Emilia nel maggio 2012, la Regione ha agito prontamente e senza chiudere gli occhi. Con grande senso di responsabilità e dimostrando un’attenzione particolare verso il nostro territorio, ha provveduto rapidamente a stanziare le ingenti risorse necessarie per dotare Fiorenzuola e tutta la Val d’Arda di una struttura ospedaliera sicura perché la sicurezza dei cittadini, dei pazienti e del personale medico e sanitario viene prima di tutto”.

“Il nostro impegno, se eletti consiglieri regionali, sarà quello di vigilare perché i tempi di realizzazione dell’opera rispettino il cronoprogramma fissato, con l’avvio dei lavori di demolizione del vecchio ospedale a partire dal prossimo mese di novembre”, proseguono Gazzolo e Ghisoni. “Sulla celerità dell’intervento, é positivo che il bando di gara preveda un punteggio maggiore attribuito all’impresa che assicurerà un’organizzazione del lavoro degli operai su più turni. Non si può perdere nemmeno un giorno e controlleremo che non ci sia alcun ritardo, nella consapevolezza che al termine dei lavori sarà restituito all’intera comunità un servizio migliore e all’avanguardia rispetto al passato”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *