Close

La Regione alle commemorazioni per il 50° anniversario del Vajont

Bologna – “Partecipare alle commemorazioni per il 50esimo anniversario della tragedia del Vajont ha suscitato in ciascuno dei presenti emozioni intense: il tempo non ha cancellato e non potrà mai cancellare il dolore per le oltre 1900 vittime di quella sciagura che poteva essere evitata. Un evento che, unito ad altre catastrofi avvenute nel nostro Paese, ha contribuito al sorgere di una consapevolezza collettiva alla base dell’attuale sistema nazionale integrato di Protezione Civile”. Così l’assessore regionale alla Protezione civile Paola Gazzolo, che ha preso parte alla cerimonia organizzata dal Comune di Longarone (Belluno) in omaggio ai soccorritori intervenuti per far fronte all’emergenza.

“Il grande tributo di vite umane – aggiunge – ci rafforza nell’impegno di porre la sicurezza del territorio e la prevenzione dei rischi come priorità strategiche regionali e nazionali”.
L’assessore Gazzolo si è unita ad una delegazione composta dai sindaci di Gualtieri e Reggiolo, Massimiliano Maestri e Barbara Bernardelli, dai rispettivi assessori alla protezione civile, Renzo Bergamini e Sauro Parmigiani, nonché da alcuni volontari del gruppo di Protezione Civile “Bentivoglio” di Gualtieri. Con loro, anche tre soccorritori emiliani che nel 1963 intervennero nelle operazioni di assistenza alle popolazioni colpite dalla calamità: Fausto Salomoni di Gualtieri, Archimede Freddi e Angelo Rota di Reggiolo.
Ricevuti dal sindaco di Longarone Roberto Padrin nella sala consigliare del municipio per un incontro di saluto e di ringraziamento, i partecipanti alla cerimonia hanno quindi percorso il corteo celebrativo lungo il centro del paese, fino al Palazzetto dello sport. Lì la commemorazione si è conclusa con gli interventi del Ministro dell’ambiente Andrea Orlando, dei Presidenti della Regione Veneto, Luca Zaia e Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, nonché del Capo Dipartimento della Protezione Civile Franco Gabrielli.
A ciascuno dei circa mille soccorritori presenti e’ stato consegnato l’attestato di benemerenza per l’opera prestata nel tragico evento di 50 anni fa.

Il legame tra Longarone e Gualtieri

E’ un legame saldo quello tra il gruppo di Protezione Civile “Bentivoglio” di Gualtieri e quello di Longarone. Il gemellaggio tra le due associazioni ha portato, negli anni, a numerosi scambi di visite ed esperienze.
In occasione delle celebrazioni per il 50esimo anniversario della tragedia del Vajont, una delegazione di volontari emiliani – guidata dal presidente della “Bentivoglio” Roberto Soliani – ha visitato i luoghi più significativi legati alla tragedia:  il Cimitero Monumentale con la distesa di cippi bianchi in memoria delle vittime; il campanile di Pirago, unica costruzione che ha resistito al passaggio dell’enorme massa d’acqua provocata dalla frana del monte Toc e la diga che domina la vallata del Piave e l’abitato di Longarone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *