Close

Ricostruzione, 20 milioni per sedi di attività sociali

Bologna – Definiti i criteri di assegnazione di 20 milioni di contributi per la riparazione, il ripristino o la ricostruzione di immobili privati danneggiati dal terremoto e affidati alle attivita’ di soggetti pubblici e privati senza fini di lucro. Lo stabilisce l’ordinanza 66/2013 emanata dal presidente Vasco Errani in qualita’ di commissario alla ricostruzione (nella sezione ‘Atti per la ricostruzione’ e presto sul Bollettino ufficiale telematico della Regione Emilia-Romagna-Burert).

 

I contributi vengono riconosciuti oltre che per gli immobili anche per i danni subiti dai beni e dalle attrezzature funzionali all’attivita’. Le modalita’ per l’assegnazione e l’erogazione dei contributi sono quelli previsti dalle ordinanze che regolano i contributi per le abitazioni e le imprese, a seconda delle caratteristiche dell’edificio in cui si svolge l’attivita’ (uso residenziale o uso produttivo). Le domande dovranno essere presentate, mediante modello e procedura informatica, al Comune dove e’ ubicato l’immobile danneggiato e oggetto di ordinanza di sgombero. Sara’ il Comune a svolgere l’istruttoria delle domande e ad erogare il contributo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *