Close

Sanità, “Ambulatori aperti alla sera e nei festivi e incremento assegni di cura, dalla Regione segnali importanti”

4 novembre 2014 – Con lo stanziamento di nuove risorse, oltre 17 milioni di euro, a sostegno della sanità piacentina dalla Regione Emilia Romagna arrivano segnali importanti, che vanno nella direzione della riduzione dei tempi di attesa e dell’incremento degli assegni di cura”. Lo evidenziano Paola Gazzolo e Alessandro Ghisoni, candidati del Partito Democratico alle elezioni regionali del 23 novembre, che ricordano come la proposta di ampliare l’accessibilità delle prestazioni sanitarie da parte dei cittadini, anche estendendo le fasce orarie ambulatoriali alla sera e ai festivi, sia stata lanciata dal candidato alla presidenza Stefano Bonaccini proprio durante una visita a Piacenza.

“Le risorse licenziate dalla giunta regionale emiliana – viene rimarcato – pongono le basi per quel miglioramento dell’accessibilità ai servizi per ogni generazione fortemente voluto nel programma della coalizione di centrosinistra. In particolare la scelta di aumentare l’offerta di prestazioni specialistiche con l’estensione delle fasce orarie e dei giorni di attività, compresi prefestivi e festivi diurni, costituisce una novità importante. Non più soltanto una proposta, ma una scelta strategica che contribuirà ad una riduzione sensibile dei tempi di attesa soprattutto per alcune delle prestazioni che soffrono ancora di criticità”.

“Vogliamo ricordare – aggiungono i candidati Gazzolo e Ghisoni – che dal 2010 ad oggi la provincia di Piacenza ha già beneficiato di oltre 158 milioni per il fondo di non autosufficienza, una risposta concreta e preziosa alla riduzione costante, fino all’azzeramento, delle risorse messe a disposizione dallo Stato. La Regione Emilia Romagna ora ha deciso di fare di più, incrementando dell’assegno di cura giornaliero a favore delle persone con gravissima disabilità assistite a domicilio, che passerà da 34 a 45 euro al giorno. Anche decisioni come queste ci spingono a ribadire che il modello della sanità emiliana resta all’avanguardia in Italia e nel mondo e che ci impegniamo a proseguire nel solco tracciato dalle politiche degli ultimi anni, con ancora più efficienza e capillarità dei servizi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *