Close

Sms solidali, approvati i progetti finanziati con i 14,3 milioni raccolti

Bologna – Sono stati approvati 38 progetti con i 14,3 milioni donati dagli italiani attraverso il numero 45500. I fondi, d’accordo con i Sindaci dei comuni colpiti, andranno a finanziare edifici scolastici, culturali e religiosi, municipi, musei, impianti sportivi.
Nei prossimi giorni è previsto il primo accredito sulla contabilità speciale del Commissario straordinario per la ricostruzione, pari al 30% dell’importo totale destinato all’avvio dei progetti. On line l’elenco delle opere finanziate.

 

Approvati 38 progetti dell’Emilia-Romagna finanziati con i 14,3 milioni di euro raccolti attraverso gli sms solidali al numero 45500. Edifici scolastici, culturali e religiosi, municipi, musei, impianti sportivi, sono le iniziative a cui saranno destinate le risorse dopo il via libera dato oggi a Roma dal Comitato dei garanti, l’organismo nominato il luglio scorso dal capo dipartimento della Protezione civile, Franco Gabrielli, per gestire nella massima trasparenza le donazioni arrivate attraverso la telefonia fissa e mobile.

Il comitato ha così approvato tutti quanti i progetti presentati, per la regione Emilia-Romagna, dall’assessore Paola Gazzolo.
I 38 progetti saranno realizzati in 26 comuni, ai quali se ne aggiunge uno promosso dall’Azienda Servizi alla Persona (Asp) dell’unione area nord di Modena.

“Come annunciato, senza alcun ritardo e con la necessaria trasparenza garantita dal meccanismo di assegnazione – ha dichiarato Vasco Errani, commissario delegato per la ricostruzione –, prosegue il programma di finanziamento dei progetti con le risorse derivanti dalle donazioni. Come più volte assicurato, nessuna comunità sarà lasciata indietro: l’obiettivo condiviso con tutti gli amministratori locali è quello di sostenere interventi per ogni comune e questo sarà il criterio che adotteremo anche per le altre risorse che arrivano dalle donazioni. Insieme alla Protezione civile e al Comitato dei garanti, ringrazio ancora una volta quanti, con grande generosità, hanno deciso di darci concretamente una mano nella difficile ricostruzione di questo territorio”.

Nei prossimi giorni è previsto il primo accredito sulla contabilità speciale del Commissario straordinario per la ricostruzione, pari al 30% dell’importo totale destinato all’avvio dei progetti. Il resto sarà erogato sulla base degli stati di avanzamento.

I progetti proposti, in accordo coi sindaci, sono tutti di alto valore sociale, culturale ed educativo e appartengono ad alcune macro categorie. In particolare, 12 riguardano edifici scolastici di vario grado; 9 finanzieranno il recupero di municipi, centri civici ed altri servizi pubblici; 10 sono destinati ad interventi per edifici storici, religiosi e museali; 4 interventi riguardano i servizi sociali, aggregativi ed assistenziali; 3 finanzieranno il ripristino di impianti polisportivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *