Close

Lo sport si mobilita per i ragazzi e per la solidarietà

Ferrara (31 maggio 2012) – Oltre 200 ragazzi terremotati sono stati accolti nell'”Educamp” di Vigarano Pieve, nel ferrarese, che il Coni Ferrara ha organizzato per l’emergenza terremoto. Qui possono fare gratis sport e giochi e per questo il Coni sta cercando anche atleti volontari oltre a istruttori, insegnanti di scienze motorie e animatori, che aiutino nell’organizzazione delle attivita’. e quindi per evitare che l’esperienza si fermi per carenza di forze. Inoltre, si legge in comunicato del Coni, “dall’11 al 30 giugno ‘Educamp’ sarà riservato esclusivamente alle famiglie in grave disagio, segnalate dalle amministrazioni comunali dell’alto ferrarese”.

Le manifestazioni di solidarietà del mondo sportivo, nei confronti delle popolazioni colpite dal sisma, non si fermano qui. Infatti, la Polisportiva Masi di Casalecchio di Reno sta raccogliendo  fondi e vettovaglie nella sua sede in via Bixio, e durante l’esibizione di pattinaggio del 26 maggio ha raccolto 1.200 euro. Anche i nuotatori professionisti si sono mossi per raccogliere quante più risorse possibili e, oltre a donare i premi in denaro per il primo e il secondo posto ottenuti ai campionati europei appena conclusi, hanno deciso di stampare delle magliette da indossare durante le competizioni, il cui incasso sarà interamente devoluto ai terremotati. I gruppi dei tifosi della Curva Andrea Costa di Bologna, in collaborazione con le Curve di Modena, Vasto, Giulianova, Lanciano e Ferrara, hanno organizzato una raccolta di fondi e beni di prima necessità: il 9 giugno saranno all’ingresso dei centri commerciali bolognesi CentroNova, CentroBorgo e CentroLame, per fornire la lista aggiornata di cosa serve alle popolazioni terremotate. I clienti potranno così acquistare i beni e poi donarli. Dopodomani, invece, in occasione della Festa “Io tifo Bologna” organizzata al bar Ca’ Rossa in viale Felsina a Bologna, dalle 15 in poi i tifosi saranno presenti con le casse per le libere offerte. Una volta terminate le raccolte, in accordo con le autorità e la Protezione civile, i proventi saranno devoluti ai terremotati. Infine, la Uisp Bologna annuncia che “da questo fine settimana, ogni sua manifestazione pubblica sarà dedicata all’impegno per le donazioni spontanee, per venire incontro alle esigenze di chi é in difficoltà”. La raccolta fondi comincerà sabato al campo Baumann, dove si svolgeranno i 58esimi Campionati italiani di atletica Uisp. Tutte le donazioni verranno versate nel conto corrente “Uisp Emergenza Terremoto Emilia”, con codice Iban IT53U0335901600100000067485.

L’Ippodromo di Bologna annuncia invece che devolverà l’intero incasso del Gran Premio di dopodomani, che si terrà all’Arcoveggio, e invita tutti gli spettatori e le scuderie a contribuire volontariamente. Sempre parlando di ippica, il presidente del comitato regionale Fise, Antonella Dallari, ha contattato tutti i centri ippici della regione, per verificare quali fossero i danni post-terremoto: fortunatamente non risultano danni a persone o cavalli, ma quattro circoli del modenese evidenziano lesioni strutturali importanti, e precisamente quelli di Crevalcore, Cavezzo, Mirandola e Novi, ai quali é stata già data la massima assistenza possibile.

Infine, i Carabinieri di Bologna confermano la “Staffetta per la legalità”, che dopo gli eventi sismici diventa anche “… per la solidarietà”. Alla manifestazione podistica e non agonistica che promuove la cultura della legalità tra i più giovani, che si terrà domenica alle 10 in piazza Maggiore, parteciperanno anche gli studenti e i familiari dei Comuni di Crevalcore, Galliera, Pieve di Cento, San Giovanni in Persiceto e San Pietro in Casale. Questi saranno accompagnati a Bologna da un pullman dell’Arma. Nella stessa occasione, verrà organizzata una raccolta fondi per la popolazione di Crevalcore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *