Close

Viabilità, audizione in Commissione alla Camera sulla Statale 45 Val Trebbia

Bologna – «Sono soddisfatta dell’impegno, trasversale, dei parlamentari emiliani per affrontare il tema della sicurezza della strada statale 45 Val Trebbia. Un primo passo, ma non ancora sufficiente, verso una ampia e articolata programmazione di interventi che debbono essere pluriennali e contare su risorse certe». Lo ha sottolineato l’assessore alla Sicurezza territoriale e Protezione civile della Regione Emilia-Romagna Paola Gazzolo al termine, questa mattina a Roma, di una audizione della Commissione ambiente, territorio e lavori pubblici della Camera dei Deputati. La Commissione ha affrontato la discussione della risoluzione presentata dall’ onorevole Tommaso Foti sulla messa in sicurezza della strada statale 45 Val Trebbia.

«Durante l’incontro – ha evidenziato l’assessore regionale Gazzolo – è arrivata la rassicurazione del finanziamento dell’Anas per la progettazione dell’intervento di ammodernamento del tratto tra Bobbio e il confine regionale. Inoltre sono state confermate le risorse per il 2011 per la manutenzione straordinaria, per il tratto emiliano, pari ad un milione e 400 mila euro. Inoltre si è convenuta l’utilità di finanziare indagini a supporto della progettazione di opere per il consolidamento del tratto Ponte Barberino – Perino, già oggetto di un primo intervento dell’Anas ma non risolutivo per la messa in sicurezza del tratto in questione. E su questo confermo, compatibilmente con le disponibilità di bilancio, l’impegno della Regione a concorre anche con proprie risorse agli studi».
Occorre ricordare che sulla Ss 45 Val Trebbia (gestita dal Compartimento Anas di Bologna) le opere di ripristino più urgenti riguardano l’installazione o la sistemazione di reti paramassi localizzate lungo l’asse viario a difesa della strada da eventuali distacchi di materiale dalla parete e nella messa in sicurezza delle barriere stradali, questo anche per mantenere transitabile la viabilità locale.
«La Commissione ha raccolto il nostro invito – ha aggiunto Gazzolo – a fare, a breve, un sopraluogo sull’arteria statale. La Regione si è impegnata a partecipare ad un tavolo istituzionale di confronto tra Anas, Regione, Enti locali e Commissione parlamentare al fine di definire insieme priorità, impegni pluriennali e risorse necessarie». 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *